Disturbi del peso e della nutrizione

  • VALUTAZIONE
  • PROGRAMMA
  • Restrizione alimentare e disturbo dell’immagine corporea
  • Disturbi del controllo alimentare, Binge Eating Disorder, abbuffate notturne, food craving
  • Obesità

 

VALUTAZIONE

  • Primo incontro con il paziente e con i familiari (differenzazione se il disturbo si presenta in età giovanile o adulta)
  • Valutazione testistica con il paziente
  • Valutazione dello stato nutrizionale attraverso il BIOIMPEDENZIOMETRO
  • Colloquio con il paziente e i familiari di restituzione e presentazione del protocollo

 

PROGRAMMA

 

Restrizione alimentare e disturbo dell’immagine corporea

 

Prima fase:

 

  • Pianificazione e riabilitazione nutrizionale. Si può combinare con Pasti assistiti con musica (2 volte la settimana) per 4 settimane
  • Psicoterapia Individuale o Familiare 1 volta la settimana

 

Seconda fase:

 

  • Valutazione con il bioimpedenziometro (da effettuare dopo un mese)
  • Pianificazione nutrizionale
  • Rieducazione dell’immagine corporea e attività fisica ( 2 volte la settimana)

 

Disturbi del controllo alimentare, Binge Eating Disorder, abbuffate notturne, food craving

 

Prima fase:

  • Pianificazione e riabilitazione nutrizionali. Si può combinare con Pasti assistiti con musica (2 volte la settimana) per 4 settimane
  • Stimolazione Magnetica Transcranica (TMS):15 sedute suddivise in tre settimane ( 5 giorni alla settimana)
  • Psicoterapia Individuale o Familiare (1 volta la settimana)

 

Seconda fase:

 

  • Valutazione con il bioimpedenziometro (da effettuare dopo un mese)
  • Pianificazione nutrizionale
  • Rieducazione dell’immagine corporea e attività fisica ( 2 volte la settimana
  • Gruppo con i familiari ( 1 volta ogni 15 giorni)

Obesità

 

Prima fase:

 

  • Educazione nutrizionale
  • Stimolazione Magnetica Transcranica (TMS):15 sedute suddivise in tre settimane ( 5 giorni alla settimana)
  • PESF : 10 applicazioni (2-3 volte a settimana)
  • Rieducazione dell’immagine corporea e attività fisica ( 2 volte la settimana)

 

Seconda fase:

 

  • Valutazione con il bioimpedenziometro (da effettuare dopo un mese)
  • Pianificazione nutrizionale
  • Gruppo con i familiari (1 volta ogni 15 giorni), che riunisce tutti i familiari dei pazienti con disturbo alimentare